Pisa, oltre 5mila giovani a rave party a Santa Maria a Monte

·2 minuto per la lettura

Oltre 5mila giovani, molti dei quali provenienti dall'estero, stanno partecipando a un rave non autorizzato in un terreno privato a Tavolaia, una frazione del comune di Santa Maria a Monte (Pisa). Lungo le strade di accesso all'area è stato predisposto un cordone di forze dell'ordine che hanno istituito tre check point per impedire nuovi arrivi.

La gran parte dei partecipanti sono arrivati da fuori Toscana e anche dall'estero (Francia, Spagna, Germania e Belgio le nazionalità più rappresentate). Il rave party, in corso dalla notte di sabato scorso, dovrebbe andare avanti fino a mercoledì.

Le forze dell'ordine che presidiano la zona hanno identificato circa 200-300 persone. Al termine delle operazioni sarà valutata una denuncia per invasione di terreno privato. Sul posto per tenere sotto controllo la situazione sono presenti la polizia, i carabinieri, i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e la polizia municipale di Santa Maria a Monte.

"Stiamo monitorando la situazione e non si segnalano particolari criticità al di là della musica techno molto alta, che è udibile anche a centinaia di metri di distanza. Non abbiamo neppure notizia di criticità sotto il profilo sanitario, anche se sul posto vi sono ambulanze e personale del 118 pronti a intervenire in caso di necessità",ha detto il prefetto di Pisa, Giuseppe Castaldo.

Il sindaco di Santa Maria a Monte, Ilaria Parrella, ha ricordato che già nel 2007 l'area in cui sono accampati oggi i cinquemila giovani era stata teatro di un altro rave non autorizzato, e ha ipotizzato che l'organizzare di questo nuovo raduno sia partita dalla Francia. "Il terreno in cui si svolge il rave è un'area con poche abitazioni sparse e abitualmente molto tranquilla, nei cui pressi sorge anche un osservatorio astronomico - ha detto Parrella - Speriamo che questa situazione non faccia troppi danni. Ma potremo fare verifiche approfondite solo quando tutti saranno andati via".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli