Pisano, la signora dell'innovazione a Torino che disse no a Bruxelles

webinfo@adnkronos.com

Già 'corteggiata' da Luigi Di Maio per diventare capolista 5Stelle alle Europee, Paola Pisano (classe 1977) è assessora all'Innovazione del Comune di Torino, dove ha lavorato in tandem con la sindaca Appendino dando impulso al progetto di smart city. Nel Conte bis sarà ministra della Pubblica Amministrazione. 

Con un passato accademico (è stata Direttore del Centro di Innovazione tecnologica multidisciplinare dell’Università di Torino dal 2014), Pisano ha un solido background internazionale. E' stata 'visiting lecturer' alla Glasgow Caledonia University (Londra) e, tra le esperienze, ha collaborato a un progetto di Silicon Valley Study Tour per la creazione di un legame tra le aziende e gli studenti del territorio e la Silicon Valley.  

Pisano, ritenuta dal capo politico dei Cinque Stelle una eccellenza nel campo dell'Innovazione tecnologica, aveva declinato la proposta di diventare capolista nel collegio Nord Ovest per rimanere assessore del capoluogo piemontese. Un 'no' elogiato all'epoca da Di Maio come segnale di attaccamento al lavoro, che a Torino ha visto tra l'altro la creazione di Torino Facile sul cui sito si trovano tutti i servizi digitali della città di Torino dedicati ai cittadini e di Torino city lab. Ora la chiamata a capo del dicastero che nasce con il Conte bis.