Pisapia: governo di transizione che prepari le elezioni

Afe

Roma, 10 ago. (askanews) - "Un governo di transizione che prepari le elezioni e s'incarichi di raddrizzare la barra economica salvandoci dal baratro". E' l'ipotesi che avanza Giuliano Pisapia, europarlamentare Pd ed ex sindaco di Milano, in una intervista al 'Corriere della Sera'.

Pisapia vedrebbe come premier "una figura capace di rappresentare al meglio l'Italia, ma senza smargiassate e pugni sul tavolo. Qualcuno in grado di dialogare ma che sia autorevole e garantisca gli italiani e i partner europei. I quali, giustamente, ora ci guardano con preoccupazione. E poi, ministri competenti che rinuncino a candidarsi alle imminenti elezioni".

L'idea è quella "di un governo che deve rimanere in carica solo pochi mesi per lavorare su due o tre punti qualificanti. Mi viene in mente l'esperienza del governo di Lamberto Dini dopo la caduta del primo Berlusconi nel 1995".

Per sostenerlo, conclude, "si troverebbero le formule in Parlamento. Nel pieno rispetto della Costituzione, dopo aver ottenuto la fiducia, potrebbe anche essere un esecutivo di minoranza".