"È bastata una sigaretta per mandare il gigante in tilt". Pista anarchica per l'incendio doloso sull'Alta Velocità.

HuffPost

C’è anche la pista di un’azione dimostrativa, collegabile al processo in corso al tribunale di Firenze contro 28 persone, la maggioranza delle quali collegabili all’area anarchica, tra le ipotesi cui stanno lavorando gli inquirenti impegnati nelle indagini sull’incendio alla cabina elettrica dell’Alta velocità vicino alla stazione di Rovezzano. Si tratterebbe di tre diversi roghi: oltre alla cabina elettrica sarebbero stati colpiti altri due pozzetti.

“Non riusciamo a trattenere la nostra emozione” nel vedere come “sia sufficiente accendersi una sigaretta all’aria aperta in campagna sotto la luna” per mandare in tilt questo “gigante coi piedi d’argilla” . E’ il testo apparso stamani su un noto sito web di area anarchica in cui si parla di Rovezzano.

Firenze, treni nel caos: centinaia di passeggeri in attesa

 

Il testo non rivendica esplicitamente l’azione, e non se ne attribuisce la paternità, ma di fatto sembra farla propria. “Lo sappiamo che sbirri e giornalisti - abituati come sono o al mutismo dell’obbedienza o al coro del consenso - prenderanno queste nostre parole niente popo di meno che per una ‘rivendicazione’. Ma che ci volte fare? E’ più forte di noi”, si legge ancora sul sito web di area anarchica.
“Non riusciamo a trattenere la nostra emozione nel constatare come questo gigante chiamato Potere abbia sempre e comunque i piedi di argilla - si legge ancora - come sia sufficiente accendersi una sigaretta all’aria aperta in campagna e sotto la luna per mandarlo in tilt. Come tutta la sua esaltata magnificenza, tutta la sua tracotante invincibilità, dipendano da fragili cavi disseminati un pò dovunque. Talmente vulnerabile da poter essere neutralizzati persino da una lumaca”. “Lo spettro della morte e la minaccia della galera - conclude il testo - potranno fermare chi ha da curare i propri interessi, ma non hanno mai fermato chi desidera ardentemente la propria libertà”.

L’incendio doloso sta...

Continua a leggere su HuffPost