Pistorius incontrerà i genitori della fidanzata assassinata

·2 minuto per la lettura
REUTERS/Siphiwe Sibeko/File Photo
REUTERS/Siphiwe Sibeko/File Photo

L'ex atleta paralimpico sudafricano Oscar Pistorius, condannato nel 2017 a 13 anni e 5 mesi di carcere per l'omicidio della fidanza Reeva Steenkamp nel 2013, incontrerà presto i genitori della ragazza assassinata. Si tratta di un evento che potrebbe precedere un rilascio con la condizionale come esempio di "giustizia riabilitativa".

I familiari dell'ex modella, uccisa in casa da colpi di pistola sparati da Pistorius, "gradirebbero partecipare a un dialogo con il responsabile del crimine". Lo ha riferito l'emittente sudafricana Sabc citando l'avvocato della famiglia Steenkamp.

La madre della vittima "ha sempre detto di aver perdonato Oscar. Tuttavia - ha aggiunto il legale della famiglia - questo non significa che non debba pagare per quello che ha fatto. Barry (il padre di Reeva, ndr) è un po' più combattuto, ma dovrà esprimersi su questo a tempo debito. La ferita, anche se è passato ormai molto tempo, è ancora molto dolorosa". 

GUARDA ANCHE: Oscar Pistorius ricoverato per delle ferite ai polsi, nega tentato suicidio

In vista dell'incontro con i familiari della ragazza, Pistorius sarà trasferito in un carcere più vicino alla loro residenza. L'atleta sudafricano, oggi 35enne, raccontò di aver sparato perché credeva fosse entrato un ladro in casa. Dietro la porta del bagno, però, non c'era un intruso, ma la fidanzata. 

La sentenza di primo grado del 2014 condannò l'atleta dalle speciali protesi in carbonio al posto delle gambe per omicidio colposo a cinque anni. L'accusa ricorse in appello contro la sentenza considerata troppo mite: nel processo d'appello, nel 2015, il verdetto divenne omicidio volontario e la condanna finale, comminata nel 2017, portò la pena a 13 anni e 5 mesi di carcere.

GUARDA ANCHE: Sudafrica, condanna raddoppiata per Pistorius: 13 anni e 5 mesi

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli