Pitti Uomo, la primavera-estate di Maglificio Liliana

featured 1619102
featured 1619102

Firenze, 15 giu. (askanews) – Andrea Lorenzoni, Ceo di Maglificio Liliana, ci guida attraverso lo stand di Pitti 102. “Impulso è la nostra linea ispirata al mare, che viene contaminata quest’anno anche dello sportswear. Abbiamo riproposto degli effetti tie-dye, con colori accesi come il giallo, l’arancio, l’azzurro. Abbiamo aggiunto dei set coordinati di bermuda e felpa, oppure i costumi da bagno. Altro tema nuovo che abbiamo proposto nella collezione di Impulso è l’effetto spugna, non solo nelle polo ma anche in felpe e bermuda.

Tra gli articoli che funzionano meglio ci sono i tasconati, l’overshirt che ha sostituito quasi completamente la giacca tradizionale. Abbiamo poi gli effetti stampati, abbiamo fatto delle stampe di agrumi che si coordinano bene con gli altri colori della collezione”.

“Lorenzoni è un equilibrio tra tradizione e modernità. Tema centrale è l ecocompatibilità, con cotoni biologici, con filati riciclati. Per quanto riguarda le tendenze, abbiamo inserito degli articoli con dei filati che danno un effetto spugna ma fatto in maglia. Abbiamo dei colli aperti con delle polo ampie, delle polo con manica corta aperte a camicia. C’è il giallo ambra, oppure abbiamo fatto il verde smeraldo, il marrone, un po’ tutti i toni dei naturali”.

“La Montechiaro è un’esplosione di colori, con delle maglie uniche in 3D che siamo tra i pochi a realizzare. Con questa linea abbiamo avuto sempre grande successo all’estero, ma ora anche in Italia, e anche qui a Pitti. Nessuno può avere una maglia simile. Noi siamo molto specializzati nella maglieria, il nostro core business resta questo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli