Con il Covid essere single è ancora più difficile

Adalgisa Marrocco
·Contributor HuffPost Italia
·2 minuto per la lettura
alone woman sitting next to her lover's empty chair (Photo: fcscafeine via Getty Images)
alone woman sitting next to her lover's empty chair (Photo: fcscafeine via Getty Images)

Love actually. Cioè, l’amore davvero. Questo, per dirla col titolo di una celebre commedia romantica, sembrano cercare i single ai tempi del lockdown. La pandemia, infatti, può averci costretto a rinunciare a molte attività, ma non alla voglia di creare dei legami. Le evidenze suggeriscono che in questa fase molti cuori solitari sarebbero addirittura più propensi a creare relazioni serie e stabili, poiché la quarantena è stata un’occasione per riflettere su se stessi e per capire meglio cosa volere da una relazione sentimentale (anche sfruttando il potere delle dating app).

I dati parlano chiaro. Mentre tutte le maggiori applicazioni per appuntamenti hanno registrato un incremento degli utenti e degli swipe da marzo, secondo un recente sondaggio condotto in Italia dal sito di incontri Meetic su 7mila intervistati emerge che il 57% (con un 66% di sole donne) ha rivelato di aspettarsi rapporti più sinceri e autentici, “quel qualcosa di vero e di tangibile che forse era venuto a mancare fino ad ora”. Ma, soprattutto, il 60% ha dichiarato apertamente di sentire la necessità di vivere una storia seria, un bisogno diventato ancora più forte a causa della quarantena (come confermato dal 17% del campione).

Numeri degni di nota giungono anche da oltreoceano. SinglesinAmerica, studio scientifico annuale di Match.com sugli atteggiamenti e i comportamenti dei single statunitensi, ha intervistato 5mila utenti di app rilevando che, all’indomani della pandemia, il 58% delle persone ha scelto di passare ad appuntamenti meno occasionali e più voluti. Il 69%, invece, sostiene di essere diventato più onesto con i potenziali partner e il 63% dice di dedicare più tempo a conoscere l’altro.

Clémentine Lalande, CEO della app di slow dating Once (che consente un solo match al giorno, ndr), negli scorsi mesi ha dichiarato a Panorama che “il...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.