Plastic tax, D'Uva (M5S): all'estero funziona

Pol/Bar

Roma, 4 nov. (askanews) - "Il tema dell' 'invasione' della plastica è sempre più al centro del dibattito mondiale. E' fuori da ogni dubbio che occorra intervenire, e questa necessità mette tutti d'accordo. Quando però c'è da farlo concretamente, alcuni cercano di tirarsi indietro, magari spaventati da un calo dei propri consensi". Lo ha scritto su Facebook Francesco D'Uva, deputato del M5S.

"Oggi tutti - ha aggiunto - si trovano davanti a una nostra proposta chiara e netta: la cosiddetta plastic tax. Per noi non è una semplice tassa, ma un intervento efficace per iniziare a convertire le produzioni nella direzione della sostenibilità, scoraggiando chi inquina. In Finlandia qualcosa di simile si fa già dal '97, in Norvegia l'imposta si paga sugli imballaggi 'a perdere', in Danimarca effettuano un prelievo variabile a seconda dell'impatto ambientale dei materiali. Come vedete, si può. Anzi, si deve, se vogliamo stare al passo con i Paesi più virtuosi".(Segue)