Playoff Mondiali 2018: Italia ko 1-0 in Svezia, Russia più lontana

Antonio Martelli
Svezia vs Italia - Qualificazioni Mondiali Russia 2018

La Russia è drammaticamente lontana. L'Italia esce sconfitta per 1-0 in casa della Svezia nell'andata dei playoff che qualificano alla Coppa del Mondo, gara decisa da una rete nella ripresa di Johansson complice una sfortunata deviazione di De Rossi. Lunedì sera gli Azzurri devono vincere con almeno due gol di scarto per ottenere una qualificazione che a questo punto sembra essere davvero complicatissima. Non è bastato all'Italia tornare al 3-5-2 per uscire indenni dalla Friends Arena di Solna, la prestazione è stata negativa soprattutto in attacco dove Immobile e Belotti sono sembrati le controfigure dei giocatori ammirati nella Lazio e nel Torino. Una Nazionale priva di idee a centrocampo con un Verratti deludente e che ammonito salterà il ritorno.

Gli Azzurri, troppo molli e privi della necessaria cattiveria e determinazione nel primo tempo, si sono svegliati troppo tardi dal loro torpore. Il paradosso è aver preso gol proprio nel nostro momento migliore. La Svezia è riuscita nel suo intento di metterla sul fisico, sulla bagarre, ai limiti della provocazione e alla fine si presenta a San Siro forte di un gol di vantaggio molto importante. Nessuna sorpresa da parte del ct Ventura rispetto alla formazione ipotizzata alla vigilia. L'Italia scende in campo con il 3-5-2: davanti a Buffon giocano Barzagli, Bonucci e Chiellini. A centrocampo agiscono Parolo, Verratti e De Rossi, con Candreva e Darmian sugli esterni. In attacco Zaza non ce la fa: tocca così a Belotti affiancare Immobile dal 1'. Nella Svezia, il ct Andersson schiera a destra, in difesa, il bolognese Krafth al posto dello squalificato Lustig mentre in mediana l'ex cagliaritano Ekdal viene preferito a Johansson.

 

Trascinata dal pubblico tutt'altro che amichevole della Friends Arena di Solna, la Svezia prova a far valere subito la sua fisicità. Toivonen in un violento scontro aereo ferisce Bonucci, ma l'arbitro non lo ammonisce mandando su tutte le furie Ventura. Al primo e unico affondo del primo tempo, però, Italia vicinissima al vantaggio con un colpo di testa di Belotti di un soffio a lato su cross dalla sinistra di Darmian. È il quarto minuto, occasione d'oro non sfruttata dal il Gallo. Replica immediata dei padri di casa con un destro rasoterra dal limite di Toivonen che esce non di molto. La Svezia preme con maggior determinazione, l'Italia finisce così per arretrare e fatica a servire le punte visto che Verratti e Parolo tengono troppo la palla e rallentano la manovra. Il centrocampista del Psg, inoltre, si fa prendere dal nervosismo finendo per farsi ammonire, diffidato salterà il ritorno a Milano.

Poco prima della mezzora ci prova il temibile Forsberg con un destro a giro dal limite impreciso. Svariando su tutto il fronte d'attacco, il trequartista del Lipsia è quello che mette maggiormente in difficoltà la difesa azzurra ma di fatto Buffon risulta quasi inoperoso. Svezia che viste le difficoltà a scalfire il muro difensivo italiano prova a metterla sulla bagarre con lunghi lanci per la testa di Berg e Toivonoen, protagonisti di un paio di tuffi in area di rigore a cui Cakir non abbocca. Sul fronte italiano, primo tempo da spettatore di Immobile.

Come nel primo, anche in avvio di ripresa Italia subito pericolosissima con un cross di Candreva smanacciato dal portiere, ma su cui non arriva nessun azzurro. L'esterno dell'Inter ci prova ancora con un destro dal limite respinto in angolo da Olsen. È un'Italia diversa quella rientrata in campo, più determinata e aggressiva. La partita si accende dopo l'ennesima scorrettezza di Berg e Toivonen su De Rossi, che fa scattare in piedi la panchina azzurra. La Svezia approfitta di questo attimo di confusione e al 60' trova il gol con un destro dal limite del neo entrato Johansson che De Rossi devia, inopinatamente, alle spalle di Buffon. Ventura prova a correre ai ripari mandando in campo Eder al posto di un Belotti in chiaro deficit di condizione e Insigne al posto di un deludente Verratti, passando così a uno spregiudicato 4-2-4. Italia che si riversa nella metà campo svedese alla ricerca del pareggio, Azzurri anche sfortunatissimi al 70' con un destro dal limite di Darmian che si stampa sul palo. È però l'unica vera occasione costruita dai ragazzi di Ventura, che ora nella gara di ritorno di lunedì a Milano dovranno compiere una autentica impresa per ribaltare il risultato e staccare il pass per la Russia. 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità