PlayStation Plus Premium, quali sono i giochi PS4 e PS5 in prova gratuita

(Adnkronos) - Il nuovo servizio PlayStation Plus per PS4 e PS5 è stato lanciato in Asia (Giappone escluso), in attesa dell'arrivo in Italia il prossimo 23 giugno. Possiamo scoprire quindi quali saranno i titoli inclusi in una delle funzioni più attese, inclusa nella versione Premium di PS Plus: i giochi in prova senza costi aggiuntivi. Non si tratta di semplici demo, ma dei giochi veri e propri che è possibile sperimentare per diverse ore prima di procedere eventualmente all'acquisto. Le versioni di prova variano infatti dalle due alle cinque ore di tempo messe a disposizione del giocatore, e includono diversi tripla A per le console Sony. Nel dettaglio, questi sono i giochi attualmente in prova per gli abbonati a PS Plus Premium in Asia:

I giochi si scaricano in modo classico sulla propria console, e una volta iniziata la prima partita parte il timer che stabilirà quanto tempo resta ancora prima che il titolo non sia più accessibile e vada acquistato per continuare. Nel caso di Horizon Forbidden West, ad esempio, è possibile giocare per cinque ore. Quando verrà lanciato anche in Europa, il nuovo PS Plus offrirà più di 700 giochi in streaming e da scaricare, e con una nuova formula che unisce Plus e Now in un'unica soluzione con tre diversi livelli di abbonamento: PlayStation Plus Essential (8.99 al mese, 59.99 l’anno) offirà lo stesso servizio dell’attuale Plus, ossia una scelta di giochi mensili gratis e l’accesso al multiplayer online e allo storage cloud. PlayStation Plus Extra aggiunge l’accesso a un catalogo di 400 giochi per PS4 e PS5 da giocare scaricandoli senza costi aggiuntivi, costa 13.99 euro al mese, 99.99 l’anno. Infine PS Plus Premium, costo 16.99 euro al mese o 119.99 l’anno, offre in più i giochi PS3 in streaming, classici PS1, PS2 e PSP, e appunto le prove di giochi in uscita.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli