Pnrr, Bottacin “Si dovrebbero premiare le realtà virtuose”

VENEZIA (ITALPRESS) – Nell’ambito della fiera Ecomondo, in svolgimento in questi giorni a Rimini, l’Assessore all’Ambiente del Veneto Gianpaolo Bottacin ha partecipato a un convegno, promosso dal Ministero e dedicato al PNRR e all’economia circolare. “Un’occasione per illustrare, nell’ambito di un confronto tra Regioni, – spiega Bottacin – gli ottimi risultati raggiunti dal Veneto, gli obiettivi altrettanto ambiziosi per migliorare ulteriormente le nostre performance e i tanti progetti in cantiere, pochi purtroppo finanziati col PNRR, ma che porteremo comunque avanti cercando altre forme di finanziamento”.
Parlando dei risultati raggiunti, l’Assessore ha evidenziato “le tante luci che pongono il Veneto in testa in quasi tutte le prestazioni in materia, dalla raccolta differenziata che supera il 76% alla non necessità di aprire nessuna nuova discarica e anzi prevedendo di arrivare al loro totale abbandono entro il decennio, senza dimenticare una spinta fortissima verso l’economia circolare”.
“Tante iniziative che partono dal Veneto, anche legate all’innovazione, – prosegue Bottacin – come è stata la specifica progettualità sullo smaltimento dei pannolini, problematica non banale, e molto altro ancora”. “Purtroppo alcune tematiche non dipendenti da noi, come la normativa statale sulla libera circolazione dei rifiuti speciali risulta disincentivante per le realtà che non hanno e non vogliono impianti, sapendo che comunque possono portare i rifiuti speciali in altri territori dove gli impianti ci sono; differentemente da ciò che accade per il rifiuto solido urbano per il quale va garantita l’autonomia regionale”.
“Infine è poco condivisibile la richiesta di un 70 per cento di fondi da parte di alcune Regioni, visto che alle medesime è già riservata dal bando una quota minima del 40% differentemente da noi che non abbiamo tali paracadute -conclude Bottacin -. Un’affermazione che evidenzia come spesso in Italia ci si muova a velocità diverse. Al contrario posso dire che dal PNRR si attendeva molto di più per quelle Regioni che hanno dimostrato la loro virtuosità e andavano premiate a dispetto di chi invece punta solo sul sostegno altrui”.

foto: ufficio stampa regione Veneto

(ITALPRESS).