Pnrr, Carfagna: accordo col Mef per vigilare ex-ante su quota Sud

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 dic. (askanews) - "La Cabina di regia sul Pnrr ci ha dato modo di condividere il buon lavoro svolto in questi mesi: tutti gli obiettivi fissati per il 2021 sono stati raggiunti e stiamo già lavorando agli step previsti nel primo trimestre 2022. Elemento chiave della prossima fase sarà il lavoro congiunto tra Dipartimento per la Coesione, Mef e amministrazioni titolari degli interventi per un monitoraggio preventivo del rispetto della Quota Sud del 40%". Così la ministra per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna, al termine della Cabina di regia sul Pnrr.

"Se finora era previsto solo un controllo ex-post, adesso si avrà anche una specifica verifica ex-ante: ogni singolo bando, avviso e provvedimento di riparto sarà esaminato prima della pubblicazione per vigilare che il Mezzogiorno non perda neppure un euro dei fondi a cui ha diritto. I primi risultati di questo screening saranno disponibili già nella primavera del 2022. Si tratta di una 'operazione trasparenza' che consentirà di verificare il rispetto degli obiettivi di Coesione indicati dalle norme europee che hanno istituito il Pnrr e, in caso di scostamento, permetterà di adottare correttivi o misure di compensazione. Ho proposto questo tipo di controllo perché non deve mai più succedere quel che è accaduto in passato, ad esempio con il primo bando sugli Asili nido: le risorse destinate al Sud devono essere 'blindate' al Sud, ora ci sono tutti gli strumenti per farlo", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli