Pnrr, Città Metropolitana di Milano e Cap insieme per oltre 200 interventi green

·2 minuto per la lettura

La Città metropolitana di Milano già pronta a ricevere i fondi previsti dal Pnrr anche grazie a Gruppo Cap: il 14 dicembre l’ente locale che sovrintende i Comuni della Città Metropolitana e il gestore pubblico dei servizi di acquedotto, fognatura e depurazione del territorio, hanno sottoscritto un accordo finalizzato a presentare entro il 6 marzo 2022 un piano mirato di interventi sul territorio per dare attuazione al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr).

Sono oltre 200 gli interventi già definiti, per un totale di oltre 81 milioni di euro - si legge in una nota congiunta - progetti nell’ambito dell’invarianza idraulica, che hanno l’obiettivo di mitigare l’impatto del cambiamento climatico e i rischi di dissesto idrogeologico nel territorio dell’area metropolitana. Non solo. A questi si aggiunge infatti il programma di riassetto e la messa in sicurezza del fiume Seveso, per un valore di oltre 150 milioni di euro.

"Con questo accordo - sottolinea Michela Palestra, vicesindaca della Città metropolitana di Milano - la Città metropolitana dimostra di essere pronta alla sfida che l’attuazione dei piani previsti nel Pnrr ci pone davanti. Si tratta di primi interventi di importante rilievo, con ricadute sulla lotta al dissesto idrogeologico e per la tutela dell’ambiente e del territorio".

"All’indomani dell’approvazione del decreto che dà la facoltà agli enti del territorio di selezionare i progetti che saranno finanziati dal Pnrr, noi siamo già pronti - commenta Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo Cap - La profonda conoscenza delle problematiche del territorio lombardo, tra i più urbanizzati in Italia, e la stretta collaborazione con Città Metropolitana e le amministrazioni locali, che hanno già approvato i progetti di invarianza idraulica e il piano di riassetto del fiume Seveso, ci ha permesso di agire subito. L’occasione che ci viene data è unica: possiamo davvero cambiare la situazione dando vita a uno sviluppo del territorio più sostenibile e inclusivo".

L’accordo di cooperazione pubblica tra la Città metropolitana di Milano e Gruppo Cap è stato sancito a 15 giorni di distanza dall’approvazione da parte del ministero dell’Interno del Decreto n.152, che definisce i criteri di attuazione nell'ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, secondo il quale le Città Metropolitane hanno il compito di individuare gli interventi finanziabili per investimenti del valore non inferiore a 50 milioni di euro in progetti relativi a Piani Urbani Integrati. Il tutto tramite accordi con le realtà del territorio, che diventeranno soggetti di attuazione incaricati di eseguire i lavori che verranno selezionati dal ministero entro il 5 aprile 2022.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli