Pnrr, Colao: "Gara per la mobilità non è andata deserta, corrono 13 città"

·2 minuto per la lettura

(Adnkronos) - La gara indetta dal governo per la mobilità come servizio, Mobility as a service, nell’ambito del Pnrr non è "andata deserta" come "hanno scritto i giornali", ma ha visto la partecipazione di "13 città metropolitane". Lo puntualizza il ministro per l’Innovazione Tecnologica Vittorio Colao, parlando con i cronisti a margine della 14esima European Space Conference al Palais d’Egmont, a Bruxelles. "No, perché dice una cosa sbagliata? - risponde Colao interrogato su due gare che sarebbero andate deserte, secondo quanto riportato da un quotidiano - lei dice una cosa sbagliata: si documenti, prima di fare le domande". Era scritto sui giornali: "L’ha letto sui giornali ma è un errore. L’asta sulla mobilità ha avuto 13 città metropolitane che hanno partecipato".

"Non so perché i giornali - continua Colao - hanno scritto che è andata deserta, non era vero. L’altra, che era un’asta fatta dal Mise" per portare la banda ultralarga nelle isole, "ha avuto delle questioni relative alle fideiussioni che stiamo risolvendo. Poi c’è un problema di navi che posano i cavi, che è un problema operativo. Ma non ci sono problemi fondamentali. Per quanto ci riguarda, come Ministero abbiamo fatto 15 riforme, 20 iniziative digitali, 5 spazio, ne abbiamo 6 o 7 nella prima metà di quest’anno che sono assolutamente in linea con i target europei".

"Ma perché - prosegue - dite che è andata deserta? Mobility as a service è una cosa importantissima per il futuro delle nostre città, anche se è piccola. E’ un servizio piattaforma per gestire la nuova mobilità intermodale, per permettere alla gente di andare da un posto all’altro integrando trasporto pubblico, monopattini, moto, macchine a noleggio, il tutto nella maniera sperabilmente più sostenibile dal punto di vista ambientale. Saranno tre città pilota che disegneranno il futuro della mobilità urbana in Italia. E’ un progetto piccolo come soldi, ma molto importante. E’ per tre città pilota. C’è una commissione di gara che deciderà: ci sono 13 application e 3 città pilota. E’ una cosa piccola come soldi, ma molto importante per la qualità della vita", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli