Pnrr, Draghi: lo Stato garantirà il mutuo sulla casa dei giovani

·1 minuto per la lettura
featured 1300549
featured 1300549

Roma, 26 apr. (askanews) – “Per mettere i nostri giovani nella condizione di formare una famiglia, dobbiamo rispondere a tre loro richieste: un welfare adeguato, una casa e un lavoro sicuro. Oltre al piano agli asili nido, di cui ho già parlato, i giovani beneficiano dalle misure per le infrastrutture sociali e le case popolari. E in un prossimo decreto, di imminente approvazione, sono previste altre risorse per aiutare i giovani a contrarre un mutuo per acquistare una casa e in particolare, oltre a significative agevolazioni fiscali, per ridurre l’anticipo, che bisogna pagare sul mutuo, grazie all’introduzione di una garanzia statale appositamente rivolta ai giovani”: lo ha annunciato il presidente del Consiglio Mario Draghi, nel corso della presentazione del Pnrr, Piano nazionale di ripresa e resilienza, alla Camera dei deputati.

“1,8 miliardi vanno ad accrescere la competitività delle imprese turistiche, di cui una parte importante è destinata a incentivare la creazione di nuove imprese da parte di chi ha meno di 35 anni”, ha aggiunto.

“Tra le altre misure legate all’istruzione, ribadiamo la centralità dello sport nel percorso formativo dei ragazzi e delle ragazze. Il Piano dedica un miliardo alle strutture sportive per i giovani, in parte dedicato a nuove palestre e attrezzature sportive nelle scuole, in parte a rafforzare il ruolo dello sport come strumento di inclusione sociale e di contrasto alla marginalizzazione. Più in generale, i giovani saranno tra i principali beneficiari di tutto il Piano. Gli investimenti e le riforme sulla transizione ecologica creeranno principalmente occupazione giovanile”, ha annunciato Draghi.

(immagini Camera Webtv)