Pnrr e politiche sociali, presentato progetto Inps 'Welfare as a Service'

(Adnkronos) - Le politiche di welfare in Italia vengono attuate attraverso una pluralità di strumenti, destinati a segmenti differenziati di utenza, che sono definiti sia a livello nazionale che locale. Determinare l'efficacia delle azioni generate da tali strumenti, oggi, appare difficile e non sempre si hanno risultati chiari e completamente esaustivi.

Ai fini di una migliore programmazione degli interventi, Inps, con un apposito convegno svoltosi in Fiera a Bergamo ha presentato Il progetto 'Welfare as a Service'.

Come ha spiegato Gianluigi Raiss, dirigente dell'area informatica di Inps, si tratta di un'innovazione importante: "Questo progetto che oggi abbiamo presentato mette a fattor comune la grande tecnologia che Inps ha sviluppato in questi ultimi anni, come banche dati interoperabili, servizi di intelligenza artificiale e di data analytics. L'obiettivo è metterla a disposizione degli enti locali e aiutarli a programmare meglio le politiche di welfare e conoscere ciò che avviene nel territorio, il tutto finanziato dal Pnrr e in collaborazione con la Presidenza del Consiglio, AgID e tutti gli altri attori dell'informatica nazionale".

L'Inps con tale progetto, come ha affermato il direttore generale Vincenzo Caridi, punta sulla collaborazione ad ampio raggio: "L'istituto sta puntando moltissimo sull'interoperabilità: i Comuni sono un partner essenziale per progettare servizi digitali. Credo che oggi abbiamo dimostrato con Anci e con tutti gli enti locali che ci può essere una partnership importante nella realizzazione di servizi sempre più inclusivi".

Con il progetto 'Punto Utente Evoluto' l'istituto, come ha affermato il direttore centrale dell'organizzazione e della comunicazione interna, Rocco Lauria, vuole semplificare tutti i processi: "Si tratta di un nuovo servizio che è fisicamente allocato presso i comuni. Il nostro utente potrà recarsi al comune, chiedere di prenotare un appuntamento con un funzionario dell'Inps e alla data e orario fissati si ripresenterà".

Il processo- prosegue Lauria -introduce un'importante novità: "Non è solo interazione, ma anche la possibilità di scambiare documentazione: una cosa che fino ad oggi, nel nostro servizio di web meeting, non era possibile", ha concluso.