Pnrr, Gelmini: governo valuterà correttivi imprese ma si va avanti

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 9 mag. (askanews) - Il governo è pronto a valutare alcuni correttivi al Pnrr chiesti dalle imprese ma non interromperà il percorso intrapreso. Lo ha detto Mariastella Gelmini, la ministra per gli Affari regionali e le autonomie, al termine di un incontro a porte chiuse con il presidente di Assolombarda Alessandro Spada e alcuni imprenditori del terriotorio nel corso del Consiglio regionale dell'Associazione.

"Proviamo a correre, proviamo a mantenere i progetti che avevamo assunto, veniamo incontro alle imprese sulla revisione del caro energia ma anche del caro materie prime, alcuni correttivi se indispensabili li considereremo. Nel complesso però si va avanti, non si interrompe un percorso che serve al Paese e serve per essere anche credibili in Europa", ha detto Gelmini.

"Il governo - ha precisato - nell'ultimo decreto si è fatto carico delle esigenze delle imprese per quanto riguarda il rincaro delle materie prime. Abbiamo istituito un fondo per consentire la revisione dei contratti laddove ci siano un costo delle materie prime superiore al 20%, il 90% di questo aumento ricadrà sullo Stato, solo il 10% sulle imprese".

"E' un modo - ha proseguito - per non interrompere i lavori e la messa a terra delle grandi infrastrutture e delle grandi opere legge al Pnrr. Siamo disponibili a correttivi ma riteniamo che in Europa si debba avere dell'Italia l'immagine di un Paese capace di mantenere gli impegni. Quindi lavoreremo come già stavamo facendo alacremente con comuni, province e regioni non solo per progetti legati al Pnrr ma anche per correre sul tema delle riforme".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli