Pnrr, Massolo: "Un'occasione da non sprecare"

(Adnkronos) - La nozione di “vincolo esterno” apre un dibattito dato che al suo interno "si colloca oggi, senza che se ne possa facilmente prescindere nel dibattito politico, il tema dell’Europa e della nostra appartenenza ad essa: da un lato la realizzazione, la 'messa a terra' come si dice del Pnrr, condizione per ottenere la nostra parte dei finanziamenti del Next Generation EU". E "dall’altro, un contesto europeo più disponibile a prendere in considerazione difficoltà comuni, senza giudizi a priori nei confronti di questo o quel Paese". A sottolinearlo in un articolo su 'la Repubblica' è il presidente di Atlantia Giampiero Massolo.

"Questo stato di cose, proprio di un’Europa più pragmatica e più funzionante, finisce per tecnicizzare il dibattito e per incentrarlo su di una serie di impegni ineludibili. Pena rinunciare ad una parte cospicua di finanziamenti strategici in periodo di tassi crescenti, debiti più difficili da sostenere, inflazione in sensibile aumento" sottolinea Massolo indicando come in sostanza, ci si concentra più approfonditamente sul “come”, piuttosto che sul “se” partecipare ai meccanismi e strumenti di integrazione europea.

"Non significa ovviamente per i governi e le loro maggioranze politiche perdere spazi di autonoma determinazione, di sovranità. Porta caso mai ad un loro esercizio meno dirompente, senza sostanziali soluzioni di continuità, magari concentrato su aspetti determinanti, ma più settoriali. Due esempi, di senso opposto, potrebbero essere fatti: quello delle politiche migratorie e quello - prosegue - delle misure previdenziali e pensionistiche. Si tratta, nel primo caso, di continuare a battersi per una gestione dei flussi che rifletta gli aspetti solidali e comuni già affermatesi in altri campi comunitari: una giusta rivendicazione italiana, da troppo tempo disattesa. Nel secondo, di dirimere a livello europeo se la doverosa tutela dei più anziani debba continuare ad avvenire disinvestendo nelle generazioni più giovani: e qui a livello nazionale siamo stati spesso conservativi. Insomma, abbiamo a che fare con un’Ue oggi più adatta a promuovere inclusione e crescita. A noi non sprecare l’occasione" conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli