Pnrr, Patuanelli: pochi progetti di impatto, puntare su agrisolare

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 mar. (askanews) - Il Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) punterà su "pochi progetti ad alto impatto" e le progettualità prioritarie del Mipaaf sono l'agrisolare, la logistica e i contratti di filiera. Lo ha detto il ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, intervenendo on line all'evento di Legambiente "La nostra Italia. Più verde, innovativa e inclusiva".

Patuanelli ha sottolineato la necessità di "superare i contributi a pioggia" per "focalizzare gli incentivi per la transizione ecologica" in pochi progetti ad alto impatto. Il primo riguarda l'agrisolare: "penso - ha detto Patuanelli - alla sostituzione delle coperture di stalle e impianti produttivi con pannelli fotovoltaici, abbandonando il fotovoltaico a terra, che incide troppo sulla superficie coltivata" e ha ricordato che il Crea ha allo studio impianti fotovoltaici sospesi, "sotto i quali si possono coltivare alcune colture".

Ancora, il "grande progetto sul comparto della logistica che riguarda l'agroalimentare italiano, con un accorciamento della filiera e una gestione più virtuosa dei nostri prodotti che hanno un enorme appeal sui mercati esteri". Terzo elemento sono i contratti di filiera, "che incidono in modo verticale sulle filiere e consentono di distribuire sui produttori il valore aggiunto che solitamente si crea nella parte teminale, quella della trasformazione. Così i produttori potranno avere maggiore reddito, e sarebbe garantita una maggioe dignità del lavoro agricolo, andando a scalfire lo scandalo del caporalato".