Pnrr, strutture sanitarie territoriali finanziate in provincia di Arezzo

·1 minuto per la lettura

Il Pnrr si sta concretizzando anche nel territorio della provincia di Arezzo. "Prima di Natale – fa sapere la consigliera regionale Pd Lucia De Robertis, presidente della Commissione Territorio e Ambiente – la Regione ha approvato il piano per la realizzazione delle strutture sanitarie che verrà finanziato con le risorse del Recovery Fund. Si tratta delle case di comunità, degli ospedali di comunità e delle centrali operative territoriali, capisaldi della nuova assistenza territoriale".

Per la provincia di Arezzo sono previste complessivamente tre centrali operative, sette case di comunità e tre ospedali di comunità, ciascuno dotato di venti posti letto.

"In Valdarno – spiega De Robertis – la proposta che la Regione ha inviato a Roma prevede una centrale a Montevarchi, due case di comunità, a San Giovanni e a Terranuova, un ospedale a Cavriglia. In Valdichiana una centrale a Cortona, una casa di comunità a Castiglion Fiorentino, un ospedale a Foiano. Una centrale, due case di comunità e un ospedale anche ad Arezzo. Infine, una casa di comunità a Sansepolcro ed una a Bibbiena".

"Nel caso in cui tutte le proposte non trovino copertura coi fondi statali – conclude De Robertis – la Regione ha attivato un fondo complementare ad ora alimentato con venti milioni di euro, provenienti dalla pregressa programmazione per le cure intermedie, ambito coerente con le strutture che il Pnrr va a finanziarie".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli