Pochi alle urne, il centrodestra vede vittoria a Genova e Palermo

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 giu. (askanews) - Affluenza in calo alle elezioni Comunali, secondo le stime parziali poco sopra il 54%, Palermo e Genova al centrodestra al primo turno stando agli exit poll e la variabile Damiano Tommasi a Verona: l'ex centrocampista appoggiato dal centrosinistra è avanti, tra il 37 e il 41% rispetto a Federico Sboarina, sindaco uscente, e a Flavio Tosi. E' la fotografia delle comunali 2022 che vede il centrodestra avanti anche a L'Aquila con il sindaco uscente Pierluigi Biondi al 49-53% rispetto alla sfidante di centrosinistra Stefania Pezzopane.

A Genova potrebbe essere riconfermato il sindaco uscente Marco Bucci tra il 51 e il 55% sostenuto dal centrodestra ma anche da Azione e Italia Viva mentre lo sfidante Ariel Dello Strologo sarebbe tra il 36 e il 40%.

A Palermo, in una notte di festa per la conquista della serie B, sembra quasi fatta per Roberto Lagalla il candidato del centrodestra che veleggia tra il 43 e il 47% ed è a un passo dalla vittoria visto che basta il 40% per diventare sindaco. Il candidato del centrosinistra Franco Miceli è tra il 27 e il 31% e ha chiesto che la magistratura "faccia chiarezza" sul caso di 174 presidenti di seggio che si sono ritirati.

A Catanzaro potrebbero andare al ballottaggio Pierluigi Biondi del centrodestra con il 49-53% e Nicola Fiorita - esperimento dell'alleanza tra Pd e M5s - al 31-35%. A Parma, infine, è avanti Michele Guerra al 40-44% sostenuto dal centrosinistra ma senza il Movimento Cinquestelle, contro Pietro Vignali del centrodestra al 19-23%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli