Poesia, Giuseppe Conte vince il premio “Celle Arte e Natura”

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Pistoia, 20 giu. (askanews) - Lo scrittore ligure Giuseppe Conte ha vinto la seconda edizione del Premio di Poesia "Celle Arte e Natura". Il riconoscimento è stato assegnato a Pistoia dalla giuria composta da Fabio Gori, Antonio Franchini, Andrea Mati, Silvio Perrella, Antonio Riccardi e Sandro Veronesi.

Giuseppe Conte, nato a Imperia nel 1945, ha pubblicato raccolte di poesia celebri come "L'Oceano e il Ragazzo" e "Ferite e rifioriture" (già Premio Viareggio). Ha scritto saggi e libri di viaggio, tra cui ricordiamo "Terre del mito", e romanzi, da "Primavera incendiata" a "Fedeli d'amore", da "Il terzo ufficiale" (Premio Hemingway), a "La casa delle onde" (finalista al Premio Strega) fino a "L'adultera" (Premio Manzoni). Nel 2018 ha pubblicato per Giunti il romanzo "Sesso e apocalisse a Istanbul", del 2019 è invece "I senza cuore". Conte ha tradotto Shelley, Whitman, D. H. Lawrence. È conosciuto come cultore appassionato del Mito, come viaggiatore, da anni è impegnato nel confronto con il pensiero dell'Oriente e dei mistici dell'Islam.

"A chi ama poesia, natura, mito. Quello che rende ancora bello e sacro il mondo" - è stata la dedica di Conte, a margine della cerimonia di conferimento, nel corso della quale ha anche ricordato che per lui "la poesia è antagonista, è una forma di resistenza spirituale. Credo che oggi in particolare la letteratura in genere abbia questo valore i antagonismo, per lasciare una sorta di utopia, un amore a occhi aperti, il credere in ciò che si fa".

Il Premio di Poesia "Celle Arte e Natura" ha una formula particolare: all'autore cui viene tributato il riconoscimento, viene offerto, oltre a un premio in denaro, la possibilità di un'esperienza di "creatività residenziale" alla Fattoria di Celle presso la Collezione Gori. Un soggiorno prolungato, nella cornice dello stupefacente patrimonio d'arte che il Parco della Fattoria offre ai visitatori. A seguire, i testi del destinatario del Premio, nati nel periodo della visita a Celle, trovano posto in un libro d'arte e poesia, a tiratura limitata.

Lo spirito del riconoscimento, voluto e creato da Giuliano Gori, non cambia nel tempo: riconoscere e indicare al grande pubblico un poeta che esprima, nelle sue opere, una sensibilità effettiva per la natura e l'arte. Non a casa la famiglia Gori ha deciso di dare il via al Premio, nel 2018, dopo l'inaugurazione di La serra dei poeti progettata da Sandro Veronesi: trenta cipressi disposti su quattro filari convergenti dal paesaggista-musicista Andrea Mati che suggeriscono al visitatore di Celle il percorso da compiere verso il punto "focale" dell'opera: una particolarissima serra pensata ispirandosi al paraboloide iperbolico, mito ingegneristico del secolo scorso ed espressione plastica del concetto di resistenza per forma. Un monumento in acciaio inox e vetro dedicato alla Poesia stessa.

Con oltre ottanta installazioni, il Parco di Celle è una realtà nota a livello internazionale. "La Collezione Gori si identifica come un laboratorio interdisciplinare che continua senza sosta un'attività creativa cui prendono parte artisti provenienti dai diversi continenti - si può leggere sul sito dell'organizzazione". Sono presenti alla Fattoria opere di Alice Aycock, Dani Karavan, Fausto Melotti, Robert Morris, Dennis Oppenheim, Anne e Patrick Poirier, Ulrich Ruckriem, Richard Serra, Mauro Staccioli e George Trakas; e, ancora, realizzate all'interno degli edifici storici, di Nicola De Maria, Luciano Fabro, Mimmo Paladino, Giuseppe Penone, Michelangelo Pistoletto, Gianni Ruffi, Aldo Spoldi e Gilberto Zorio. La collezione è aperta al pubblico, fin dal 1982, per esplicito volere di Giuliano Gori e dei suoi familiari.

Il Premio è anche un'occasione significativa per una maggiore conoscenza della Collezione e di Celle, per un cammino della mente che permette di integrare idee e luoghi, riflessioni, con la visita approfondita a un inventario a cielo aperto delle mille strade che l'arte contemporanea e la scrittura via via hanno imboccato nel corso del tempo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli