Pokémon Scarlatto e Violetto su Switch il 18 novembre, nuovo trailer

(Adnkronos) - The Pokémon Company e Nintendo hanno annunciato che l'uscita di Pokémon Scarlatto e Pokémon Violetto è prevista per il 18 novembre 2022, mostrando le copertine, i due nuovi mostri leggendari e altre novità su personaggi e Pokémon mai visti prima. Koraidon e Miraidon, i nuovi Pokémon leggendari, appaiono separatamente sulle due copertine della versione su scheda dei giochi. Pokémon Scarlatto e Pokémon Violetto saranno, come già annunciato, i primi RPG open world della serie principale Pokémon, dopo l'esperimento Arceus. In aggiunta alle funzioni già conosciute, come lo scambio di Pokémon e le lotte, fino a quattro giocatori potranno esplorare le varie zone della regione insieme. Per la prima volta inoltre, i giocatori incontreranno un Professore diverso in base alla versione del gioco che sceglieranno. In Pokémon Scarlatto troveranno la Professoressa Olim, mentre in Pokémon Violetto ci sarà il Professor Turum. Entrambi stanno facendo delle ricerche sulle storie tramandate nella regione.

Nel trailer debutta Nemi, grande appassionata di lotte Pokémon. È un'Allenatrice con molta esperienza e farà da guida ai giocatori nel corso dell'avventura. Durante il viaggio, i giocatori incontreranno tanti Pokémon mai visti prima. Tra loro ci sono questi tre, che fanno anche parte della squadra di Nemi: Pawmi, che ha degli organi che scaricano elettricità sui cuscinetti delle zampe anteriori, Lechonk, che usa il suo olfatto altamente sviluppato per trovare e gustare solo le erbe più pregiate e le bacche più succose, e Smoliv, che trasforma i nutrienti che ricava attraverso la fotosintesi in olio che conserva nel frutto che ha sulla testa. In questo modo, può facilmente resistere senza bere né mangiare per una settimana. Predilige i climi secchi e soleggiati e sembra passi le sue giornate a prendere il sole.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli