Polfer, bilancio 2019: arrestate 1.174 persone. Indagate 9.558 -2-

Cro-Mpd

Roma, 2 gen. (askanews) - La Polizia Ferroviaria continua la propria attività con il progetto di educazione alla legalità in ambito ferroviario, chiamato "Train…to be cool", in collaborazione con il MIUR, destinato alle scuole primaria e secondaria, con lo scopo di sensibilizzare i giovani al rispetto delle regole affinché adottino comportamenti responsabili in ambito ferroviario, così da scongiurare incidenti causati spesso da disattenzioni od imprudenze.

La campagna educativa, che ha ricevuto la validazione scientifica della Facoltà di Medicina e Psicologia dell'Università di Roma La Sapienza, è iniziata nel 2014 ed ha coinvolto, dalla sua nascita fino al mese di dicembre 2019, decine di migliaia tra studenti raggiunti direttamente presso i propri istituti scolastici nel corso di migliaia di incontri (scuole elementari, medie e superiori) in tutto il territorio nazionale.

Le statistiche relative all'incidentalità ferroviaria rivelano, infatti, che spesso sono proprio i più giovani a rimanere vittima dei propri comportamenti scorretti od imprudenti, mossi spesso dall'inconsapevolezza dei pericoli presenti nello scenario ferroviario.

Gli operatori della Specialità abilitati, formati mediante la frequenza di specifici corsi tenuti da psicologi della Direzione di Sanità del Dipartimento della P.S. e da docenti della facoltà di Medicina e Psicologia dell'Università di Roma La Sapienza, sono attualmente 250 ed operano nelle scuole avvalendosi di materiale didattico, anche multimediale. Gli incontri sono stati organizzati, in particolare, negli istituti situati nei pressi delle linee ferroviarie o in quelli frequentati da studenti pendolari che utilizzano regolarmente il mezzo ferroviario per recarsi a lezione.

(Segue)