De Poli (Udc): governo intervenga su questione insegnanti paritarie-rpt

Pol/Vlm

Roma, 10 feb. (askanews) - "Diciamo NO a insegnanti precari di serie A e precari di serie B nel mondo della scuola. Secondo quanto si apprende il Ministero dell'Istruzione ha inviato al Consiglio superiore della Pubblica Istruzione uno schema di decreto sull'assunzione dei docenti che esclude le scuole paritarie. Presenterò, nei prossimi giorni, in Senato, un'interrogazione parlamentare urgente indirizzata al ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina chiedendo che il Governo ponga rimedio a tale inspiegabile esclusione che non tiene conto, tra l'altro, della volontà del Legislatore". Lo afferma il senatore Udc, Antonio De Poli, che ricorda: "Il decreto legge 'salva-precari' - che è diventata legge (la n. 126/2019) - prevede la possibilità per gli insegnanti cosiddetti precari delle scuole paritarie di partecipare alla procedura straordinaria al fine di conseguire l'abilitazione all'insegnamento. Se così fosse, tale decreto non solo ignorerebbe la legge approvata dal Parlamento ma disconoscerebbe del tutto i principi della legge sulla parità scolastica. Infatti, per le scuole paritarie, è vincolante - ai fini del mantenimento della parità - che i docenti ottengano l'abilitazione all'insegnamento, esattamente come tutti gli altri docenti, nel mondo della scuola. Il Governo intervenga subito sulla questione".