**Politica: Settis, 'Italia si svegli, nostri politici guardino lontano"**

webinfo@adnkronos.com

"L'Italia sta vivendo uno dei suoi perpetui momenti di transizione, ma non si sa verso che cosa e verso dove. Spero che questo paese si svegli e che, invece, di ragionare nel termine corto, come fanno quasi sempre i nostri politici, riesca a guardare lontano". E' il monito di Salvatore Settis, storico dell'arte che oggi ha aperto l'anno accademico dell'Università di Palermo. "Io - dice Settis all'Adnkronos - sono sempre ottimista. L'unica cosa che mi dispiace è che il momento in cui l'Italia riuscirà a guardare lontano avverrà, con ogni probabilità, quando io non ci sarò più. Vorrei, invece, che accadesse durante la mia esistenza in vita. Mi piacerebbe molto. Ma non lo so, non credo accadrà".