Politico: sciopero Gm, interviene Trump (che sta con i... -2-

A24/Pca

New York, 17 set. (askanews) - Ieri, parlando dalla Casa Bianca, il presidente Donald Trump ha detto: "La mediazione federale è sempre possibile, se è quello che vogliono. La speranza è che possano risolvere la situazione velocemente. Non vogliamo che General Motors costruisca delle fabbriche all'estero". Trump, dicendosi vicino alla causa dei lavoratori, ha detto: "Grandi cose stanno accadendo in Ohio, inclusa Lordstown. Cose molto positive".

Lo scorso anno, Trump attaccò Gm per la sua decisione di tagliare quasi 14.000 posti di lavoro in Nordamerica e di chiudere fabbriche in Michigan, Ohio e Maryland. Soprattutto la chiusura di Lordstown attirò le critiche del presidente, che scrisse su Twitter: "Voglio che i posti di lavoro restino negli Stati Uniti e voglio che Lordstown (Ohio), in una delle migliori economie della nostra storia, resti aperta o sia venduta a una società che la riapra velocemente!". (segue)