Polizia, Gabrielli: i due agenti uccisi a Trieste ferita grande

Fdm

Trieste, 29 nov. (askanews) - "Non solo due giovani colleghi che hanno perduto la vita ma anche le modalita' con la quale l'hanno perduta e' stata per noi una ferita grande non facilmente rimarginabile". Così il Capo della Polizia prefetto Franco Gabrielli a margine della cerimonia del giuramento degli Allievi di Polizia, ricordando i due agenti, Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, uccisi il 4 ottobre a Trieste. "Una ferita - ha proseguito Gabrielli - che e' stata in parte lenita dalla vicinanza di questa straordinaria citta', della sua gente, poco incline a manifestazioni. Abbiano sentito veramente un affetto, da parte di tutta la regione, che ci ha fatto sentire questa tragedia un po' meno tragedia".