Polizia, un agente si uccide in commissariato con la sua pistola

poliziotto
poliziotto

L’uomo, Vice Sovrintendente della polizia di stato di 50 anni, si è ucciso nel commissariato di polizia di Canosa di Puglia, in provincia di Barletta – Andria – Trani. Si è trattato di un suicidio, con il poliziotto che si è tolto la vita con la propria pistola d’ordinanza.

Poliziotto si suicida in commissariato con la propria pistola d’ordinanza

La terribile tragedia si è consumata nelle scorse ore in commissariato. A scoprire quello che è successo sono stati gli stessi colleghi del poliziotto che, sentito il rumore dello sparo, sono corsi verso l’ufficio da cui esso proveniva. Gli agenti hanno trovato il loro collega esanime e sanguinante al suolo. Inutile l’intervento dei sanitari del 118, che hanno solamente potuto costatare il suo decesso.

I motivi del gesto estremo

Il suicidio si è verificato nelle ultime ore della mattinata di oggi, 13 giugno 2022 all’interno degli Uffici della Segretaria del commissariato di P.S. di Canosa di Puglia. Il polizioitto che si è tlolto la vita è stato descritto dai suoi colleghi come una persona sempre ligia al dovere e molto disponibile. Al momento sono sconosciute le ragioni per cui l’agente è arrivato a suicidarsi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli