Polizia: in una settimana sette arresti in zona Centrale a Milano

Alp

Milano, 19 gen. (askanews) - Tra il 9 e il 17 gennaio scorsi la polizia ha arrestato sette stranieri e sequestrato circa tre chilogrammi di droga nel corso di una serie di servizi ordinari e staordinari condotti nella zona della stazione Centrale di Milano. Si tratta di cittadini originari del Nord e del Centro Africa finiti in manette per spaccio di alcune dosi di droga (marijuana, hashish e/o eroina), di un marocchino per il possesso di tre chili di hashish scoperti nella sua abitazione in via Termopili 36, e di un nigeriano perché destinatario di un ordine di custodia cautelare in carcere. Altri due cittadini stranieri sono stati indagati a piede libero per possesso ingiustificato di grimaldelli e per ricettazione. Lo ha annunciato la questura del capoluogo lombardo, precisando che nel corso dei controlli effettuati dagli agenti del Commissariato Garibaldi-Venezia nel corso di quella settimana sono state controllate complessivamente 108 persone, e 41 stranieri sono stati accompagnati in Questura per la verifica della loro posizione in Italia.

I poliziotti dell'ufficio Immigrazione hanno inoltre arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale un cittadino senegalese per il quale è in corso la procedura di rimpatrio. Secondo l'accusa, l'uomo, portato in Questura per la verifica amministrativa della sua posizione, avrebbe sferrato un pugno ad un agente. Altri quattro cittadini marocchini e uno tunisino sono stati espulsi dal territorio nazionale.