Poliziotta condannata a 10 anni, fratello della vittima la abbraccia

poliziotta-condannata-abbraccio

Sta facendo il giro del web l’abbraccio che Brandt Jean ha scambiato con Amber Guyger, la poliziotta condannata a 10 anni di carcere per aver ucciso il fratello Botham Jean il 6 settembre del 2018. La 31enne Guyger, agente di polizia di Dallas in Texas, uccise Botham Jean per errore dopo aver sbagliato porta d’ingresso ed essere entrata nel suo appartamento invece che nel proprio. Credendolo un ladro, la Guyger gli ha quindi sparato causandogli ferite che lo hanno condotto allo morte poco dopo.

Poliziotta condannata, l’abbraccio col fratello della vittima

Durante l’ultima udienza del processo prima della sentenza, il fratello della vittima (la famiglia Jean è originaria dell’isola caraibica di Saint Lucia) ha preso la parola per fare la seguente dichiarazione: “Ancora una volta ti voglio bene come persona e non desidero nulla di male per te”. Rivolgendosi poi alla giudice Tammy Kemp, il ragazzo ha chiesto se potesse abbracciare la poliziotta appena condannata: “Non so se sia possibile, ma posso darle un abbraccio per favore?”. Al che è seguito un lungo e caloroso abbraccio che ha commosso tutti i presenti nell’aula.

Subito dopo anche la giudice Kemp ha voluto abbracciare la Guyger, consegnandole personalmente una Bibbia per il periodo che dovrà affrontare in prigione: “Puoi avere la mia. ne ho altra tre o quattro a casa. Questa è quella che uso ogni giorno. Questo sarà il tuo lavoro per il prossimo mese. Lo dice proprio qui: Giovanni 3:16. Ed è qui che inizi, perché Dio ha tanto amato il mondo”.

Le accuse contro la Guyger

Al di fuori dell’aula di tribunale i sentimenti verso la Guyger erano però ben diversi, con numerose persone che hanno manifestato contro la donna per una pena considerata troppo indulgente. Gli avvocati dell’accusa hanno infatti affermato che, dopo aver sparato a Jean, la poliziotta avrebbe soltanto chiamato il 911 senza però praticare una manovra di primo soccorso al ragazzo in fin di vita. Inizialmente la Guyger rischiava una pena tra i 5 e i 99 anni di prigione, poi confermata a 10 con la possibilità della libertà condizionale dopo 5 anni.

Nel commentare la sentenza, il procuratore distrettuale di Dallas John Creuzot ha dichiarato come il suo ufficio sia molto soddisfatto del verdetto, malgrado si aspettasse una pena più severa. La madre di Botham Jean, Allison, ha invece affermato: “Il dipartimento di polizia di Dallas ha ancora molto da fare. Se Amber Guyger fosse stata addestrata a non sparare dritta al cuore, mio ​​figlio starebbe qui oggi”.