Poliziotta uccisa nel Regno Unito: killer era da 15 anni in Pakistan

poliziotta-uccisa

Dopo 15 lunghi anni è stato finalmente trovato l’assassino di Sharon Beshenivsky, la poliziotta inglese uccisa a colpi di pistola il 18 novembre del 2005 durante una rapina a Bradford. Il 71enne Piran Ditta Khan è stato infatti fermato in Pakistan, dove nella giornata del 15 gennaio è apparso di fronte ad un tribunale della capitale Islamabad, che il prossimo 29 gennaio dovrà pronunciarsi in merito alla sua eventuale estradizione nel Regno Unito. Nel frattempo, Khan rimarrà in custodia cautelare fino alla prossima udienza.

Poliziotta uccisa: rintracciato il killer

Sharon Beshenivsky aveva all’epoca 38 anni ed era madre di cinque figli quando è stata ferita a morte dai colpi di pistola di Piran Ditta Khan, che l’hanno centrata in pieno petto durante una rapina ad un’agenzia viaggi di Bradford. Nell’assalto rimase ferita anche una collega di Sharon, fortunatamente riuscita a sopravvivere essendo stata colpita in maniera superficiale.

Khan è attualmente considerato della autorità britanniche la mente dietro alla rapina oltre che l’esecutore materiale dell’omicidio della poliziotta, morta proprio il giorno del quarto compleanno della sua ultimogenita. In merito all’arresto, il capo delle indagini Mark Swift ha commentato: “Vorrei ringraziare gli agenti della National Crime Agency in Pakistan e tutti i nostri partner che hanno reso possibile questo arresto”.

Le parole del marito

La cattura dopo 15 anni dell’assassino di Sharon Beshenivsky ha dato sollievo soprattutto alla famiglia della donna, che è sempre rimasta in attesa di giustizia. Il marito della poliziotta, Paul, ha infatti dichiarato ai microfoni dei giornalisti: “Mi ci sono voluti due giorni per dire ai piccoli che la loro mamma non c’era più. Ho faticato a trovare le parole, ma ho poi ho pensato che non c’era un modo giusto per dirlo”. Nel commentare la notizia dell’arresto di Khan, l’uomo ha poi aggiunto: “Sono molto contento. È passato molto tempo, ma finalmente possiamo mettere un punto a questa vicenda.