Poliziotti aggrediti a Torino mentre cercano di arrestare pusher -2-

Prs

Torino, 13 set. (askanews) - Nonostante fosse stato bloccato, lo straniero ha scalciato gli agenti colpendo al basso ventre uno dei poliziotti. In questa fase, da un balcone della via un uomo di circa cinquant'anni ha iniziato a insultare ripetutamente i poliziotti, nonostante questi avessero spiegato che si trattava di un'operazione di polizia. Gli agenti hanno anche invitato l'uomo a chiamare il 112. Poco dopo, però, l'uomo è sceso in strada e ha spintonato i poliziotti che erano impegnati con la persona fermata. Poco a poco, altre persone ostili, allertate dalle richieste di aiuto del fermato, hanno iniziato a radunarsi attorno agli agenti, i quali hanno anche tentato invano di trovare riparo in un negozio. Vista la situazione, il fermato ha reagito nuovamente e ha colpito violentemente i polizotti, uno dei quali è caduto rovinosamente per terra battendo la schiena sul bordo in cemento della pensilina del tram.

Anche l'altro poliziotto è stato aggredito da un gruppo di 5/6 di persone, tra cui l'uomo che inveiva al balcone, un cinquantaseienne italiano.

A breve distanza, un altro gruppo di una trentina di persone ha assistito ai fatti. Nella circostanza, al poliziotto è stata anche lanciata addosso una bicicletta. Per liberare il fermato, il gruppo ha accerchiato l'agente. Al sopraggiungere di una volante il gruppo aggressori si è allontanato. I poliziotti, tuttavia, sono riusciti a fermare il cinquantaseienne italiano, arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, favoreggiamento e lesioni personali. Il cittadino gabonese, invece, oltre che per resistenza e lesioni personali è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

I due poliziotti sono rimasti feriti, con prognosi di 25 e 20 giorni, avendo subito, in una caso la lesione della tibia, e nell'altro multiple contusioni al dorso al rachide e all'addome.