Polo: Giansanti, 'per me romano e romanista Piazza di Siena come finale Tirana'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 29 mag. – (Adnkronos) – Due passioni, il polo e la Roma, animano il cuore di Stefano Giansanti, capitano della Nazionale Italiana campione d'Europa e giocatore di polo del team Tenuta Montemagno, che ha disputato la finale per il 3° e 4° posto dell’Italia Polo Challenge 2022, seconda tappa organizzata nell’ambito dell’89° Csio di Piazza di Siena. «Io sono romano, per me questa è la gara di casa. Ci tenevo particolarmente ad ottenere un risultato positivo, ora puntiamo ai prossimi tornei. Sono romanista, sarei stato anche io, come i fratelli e molti dei miei amici, a Tirana a tifare la Roma. Ho dovuto fare una scelta tra le mie due passioni, il polo e la Roma, ed ho scelto il primo. Abbiamo festeggiato tutti insieme, abbiamo visto la partita e dopo siamo andati a fare il classico giro», le sue parole.

Un successo, quello di Italia Polo Challenge, il circuito che si disputa con la formula dell’Arena Polo, ovvero tre giocatori per squadra impegnati su un campo di dimensioni ridotte rispetto a quelle tradizionali in corso a Piazza di Siena, testimoniato dalla presenza di molti spettatori, giunti al Galoppatoio di Villa Borghese per assistere alle finali: «Sugli spalti c’era tantissima gente, è importante far capire che il polo è uno sport aperto a tutti. Mi sono avvicinato a questo sport circa 20 anni perché avevamo sponsorizzato un torneo con l’azienda di famiglia, ho capito subito che sarebbe stato lo sport che mi avrebbe preso il cuore», conclude Giansanti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli