Polonia, camionisti bloccati al confine con la Polonia. In coda da oltre tre giorni

Decine di camion bloccati sulla strada vicino al confine con la Polonia. Immagini visti più volte in questi mesi da quando è scoppiato il conflitto in Ucraina. Qui ogni giorno centinaia di mezzi carichi di merci destinata all’esportazione restano bloccati.

Questa settimana la fila di camion ha raggiunto i 45 chilometri al checkpoint di Yagody. I controlli doganali sul lato polacco sono molto lenti e i camionisti sono esausti.

Valentin ci racconta che sono li in attesa da tre giorni. “Siamo stanchi delle code, molta gente va sulla "corsia di sinistra" , sono nostri colleghi, la polizia non dice nulla e li lascia passare alla fine. Sono stanco, devono prendere delle misure per rimuovere queste code e far funzionare il confine più velocemente".

Per far passare il tempo, c’è chi cucina, chi si riposa, chi si rinfresca e si lava. In molti si domandano cosa trasportano quei camion se il commercio marittimo è stato sbloccato.

Mykola ci risponde che loro trasportano prodotti - girasole, olio, grano - tutto ciò che non è consentito far passare attraverso il Mar Nero".

Tra un caffè e un the, questi camionisti possono solo aspettare. Forse altri due o tre giorni. Dall'altra parte del confine, la situazione non è migliore. Nei giorni scorsi hanno bloccato il confine per chiedere che i controlli siano accelerati e che sia fornito un servizio migliore 24 ore su 24.