Polonia, Corte Ue: norme su pensioni giudici contrarie a diritto Ue

Coa

Roma, 5 nov. (askanews) - Le norme adottate dalla Polonia sulle pensioni dei magistrati, e in particolare i diversi criteri stabiliti per uomini e donne, sono "contrarie al diritto dell'Unione europea": lo ha deciso oggi la Corte di giustizia dell'Ue.

La Corte ha anche giudicato illegale il potere accordato al ministro della Giustizia di estendere il mandato dei giudici, ed ha condannato ancora una volta la controversa riforma del sistema giudiziario polacco.