Polonia, Duda rende omaggio agli eroi del ghetto del 1943

Sim

Varsavia, 19 apr. (askanews) - Il presidente polacco Andrzej Duda ha reso omaggio oggi agli eroi della rivolta del ghetto di Varsavia del 1943, tornando a respingere le accuse mosse alla Polonia riguardo l'atteggiamento tenuto verso gli ebrei durante l'occupazione nazista.

Il 19 aprile 1943 centinaia di combattenti ebrei attaccarono i nazisti, preferendo morire piuttosto che essere portati nel campo di sterminio di Treblinka (nell'Est della Polonia), dove i tedeschi avevano mandato più di 300.000 ebrei di Varsavia. Sia i polacchi che gli ebrei "sono ansiosi di avere una sola verità storica", ha detto il capo dello Stato alla cerimonia ufficiale tenuta davanti al monumento agli Eroi del Ghetto, alla presenza dell'ambasciatrice israeliana Anna Azari e del Presidente del Jewish World Congress, Ronald S. Lauder. "Ecco perchè sono convinto che se qualcuno parla di responsabilità o di corresponsabilità dello Stato polacco nell'Olocausto, ferisce non solo i polacchi, ma anche gli ebrei che sono cittadini polacchi, e il ricordo di quanti sono caduti sotto le bandiere polacca ed ebraica", ha detto Duda.

(fonte Afp)