Pomezia, Di Berardino: azioni contro scritte antisemite

Bet

Roma, 12 feb. (askanews) - "Alle scritte razziste comparse nella notte davanti a due istituti scolastici di Pomezia reagiamo in modo fermo e con una pluralità di azioni. Stiamo programmando una visita alle due scuole per parlare agli studenti e per esprimere anche al corpo docenti la mia solidarietà, un corpo docenti sempre impegnato nei programmi sulla memoria e contro ogni forma di razzismo e discriminazione". Così in una nota Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio. "Non solo, rivolgo un appello alle scuole del Lazio che parteciperanno al prossimo Viaggio della Memoria - spiega - organizzato dalla Regione affinché, tra gli studenti chiamati a vivere questa importante esperienza formativa, siano selezionate le ragazze e i ragazzi più a rischio di devianza, quelli che hanno un bagaglio di valori più fragile e che hanno più bisogno di conoscere e capire da vicino gli orrori del nazifascismo e le tremende conseguenze dell'odio razziale. Sono questi gli studenti che hanno più necessità di essere guidati". Per Di Berardino "il ripetersi, negli ultimi mesi, di questi episodi, ci rende, come uomini delle istituzioni, ancora più impegnati e determinati a programmare interventi per contribuire a radicare nelle giovani generazioni i valori della memoria, del rispetto per gli altri e dell'impegno personale per la difesa di questi valori".