Ponte di ferro: Anzaldi, 'diventi Ponte delle Donne in ricordo fucilate da nazisti' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Ricorda una storia bella e agghiacciante. Un gruppo di donne romane, disperate per la mancanza di cibo, addirittura la semplice farina o il pane, viene a sapere che proprio a ridosso del ponte -scrive Anzaldi- c’è un forno con tanta farina e tanto pane. Un gruppo di donne decide di fare da sé e di andare a prendere il pane per le loro famiglie e per i loro figli. Ma qualcosa va storto".

"L’esercito tedesco arriva e nonostante la fuga delle donne in tutte le direzioni, alcune addirittura lungo il fiume, dieci vengono prese. Sono Clorinda Falsetti, Esperia Pellegrini, Italia Ferracci, Elvira Ferrante, Eulalia Fiorentino, Elettra Maria Giardini, Concetta Piazza, Assunta Maria Izzi, Arialda Pistolesi, Silvia Loggreolo. Poco dopo, senza alcuna pietà, verranno fucilate su quel ponte che ieri sera è stato bruciato. Non erano partigiane, non erano ebree, erano donne romane che lottavano per cercare di avere un po’ di pane per i loro figli, la farina frutto del sudore degli italiani. Una storia drammaticamente vera che i giovani dovrebbero conoscere e sarebbe bello che magari la TV servizio pubblico diffondesse, magari producendo anche una fiction".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli