Ponte di Genova, le mappe Waze già aggiornate

redazione@motor1.com (Massimo Grassi)
·2 minuto per la lettura
Waze Genova
Waze Genova

La community del navigatore social ha seguito per tutto il tempo i lavori, aggiornando in tempo reale la app

Inaugurato il 3 agosto e aperto al traffico dalla sera del 4, il nuovo ponte San Giorgio di Genova rappresenta il ritorno alla normalità per il traffico del capoluogo ligure a 2 anni dal crollo del ponte Morandi. Una tragedia che ha causato 43 morti, oltre a gravi disagi alla circolazione.

Disagi cui la comunità di Waze, il navigatore satellitare social, ha provato a rimediare aggiornando in tempo reale la mappa sia nei minuti immediatamente successivi al crollo del 14 agosto, sia nei mesi passati.

Strade alternative

Una comunità composta dai cosiddetti wazers, grazie ai quali a 20 minuti dal crollo sulla app erano già segnalate le chiusure sia del tratto della A10 che passava lungo il ponte Morandi, sia delle strade limitrofe. Un aggiornamento fondamentale per evitare di congestionare il traffico e permettere ai mezzi di soccorso di intervenire tempestivamente.

Successivamente sulla app è stato chiuso il tratto interessato dal crollo, con un monitoraggio costante della situazione da parte dei map editor, per fornire così mappe sempre aggiornate a tutti gli utilizzatori del navigatore satellitare. Una situazione poi tornata alla normalità ieri sera, con l’apertura al traffico del ponte San Giorgio il conseguente “sblocco” della mappa su Waze.

Waze, come usarlo al meglio

Come scaricare e usare Waze

Utilizzato da circa 140 milioni di persone in tutto il mondo, Waze è un navigatore satellitare per smartphone con segnalazioni in tempo reale fornite direttamente dagli utenti. Chi lo usa può così avere sempre un occhio sulla situazione davanti a sé, potendo contare su tragitti alternativi che evitino traffico o rallentamenti.

Per scaricarlo basta collegarsi a Google Play se si possiede uno smartphone Android o ad App Store se si ha un iPhone. Successivamente ci si iscrive e si può cominciare a usarlo, sempre in maniera gratuita.