Ponte Genova, Toti: auguri a maestranze a lavoro anche nelle feste

Cro/Ska

Roma, 24 dic. (askanews) - "Noi siamo qua oggi per fare gli auguri a chi lavorerà anche in queste giornate. Come abbiamo promesso il cantiere del ponte va avanti tutti i giorni, lo vedete crescere, nonostante sia ovvio che il maltempo di questi giorni abbia pesato sulla Liguria. E ha pesato anche su un cantiere complesso come il ponte. Io resto ottimista, non saranno cinque giorni in più o cinque giorni in meno a cambiare la storia, il significato e la vita di questo ponte e dei Liguri. Noi dobbiamo chiudere questo prima dell'estate e chiunque remi contro non fa un dispetto a Toti o a Bucci, ma fa un dispetto alla Liguria a tutti i suoi cittadini, alle sue imprese e all'Italia". Lo ha detto il presidente di Regione Liguria questa mattina nel corso del sopralluogo al cantiere del Ponte di Genova, insieme al Sindaco Bucci.

"Dobbiamo essere tutti uniti, compatti e determinati - ha continuato Toti rivolgendosi alle maestranze - nel chiudere nei tempi previsti questo lavoro, così come abbiamo promesso. Perché è un lavoro sotto gli occhi del mondo, ne va della credibilità di tutto il sistema paese, non di qualcuno in particolare. Credo che questa consapevolezza sia diffusa tra le aziende che lo stanno costruendo, e a livello di governo nazionale, governo regionale e Sindaco che è impegnato in prima persona".

"Siamo qua per salutare chi, in questo cantiere, lavora alla realizzazione del ponte - ha detto il governatore - e che sarà impegnato anche durante le feste. In questo cantiere si continuerà a lavorare, come in molti altri cantieri liguri per tornare al più presto alla normalità, dopo l'autunno più pesante che abbiamo vissuto negli ultimi 60 anni. Abbiamo chiesto al governo tutti gli aiuti come sapete che servono per mantenere aperte tutte le emergenze, sia quelle vecchie del Ponte Morandi, sia quelle nuove. Ci auguriamo che tra Legge di Stabilità che è in Parlamento e che è stata votata proprio ieri sera, Decreto Milleproroghe e tutto quello che è in discussione a Roma, ci arrivi quanto richiesto, ma di questo ne parleremo ovviamente quando avremo un quadro definitivo".

"Quello che dico - ha concluso Toti - è che nonostante l'emergenza del Ponte Morandi e il dolore che ha provocato, nonostante la mareggiata dell'anno scorso, nonostante l'autunno più piovoso degli ultimi anni e le frane che anche in queste ore ci mettono in difficoltà, la Liguria è sana, forte e vive e tutto questo ci è confermato anche nei numeri. Oggi è una buona giornata di sole, il ponte procede, gli operai sono al lavoro e siamo tutti soddisfatti di come il sistema ha retto e reagito".