Ponte Genova, venerdì al Carlo Felice concerto per la città

Fos
·1 minuto per la lettura

Genova, 27 lug. (askanews) - Venerdì 31 luglio, a tre giorni dall'inaugurazione ufficiale del nuovo ponte "Genova San Giorgio", al Teatro Carlo Felice di Genova si terrà un grande concerto dedicato alla città, alla sua tradizione musicale e alla sua storia. Aprirà la serata, denominata "Concerto per Genova", la prima esecuzione assoluta di "Tante pietre a ricordare", per orchestra, coro e voce bianca, l'ultimo brano composto dal maestro Ennio Morricone, in onore delle vittime del crollo del Ponte Morandi. A dirigere l'orchestra sarà il figlio del grande compositore, Andrea. L'orchestra e il coro del Teatro Carlo Felice, diretto dal genovese Fabio Luisi, eseguirà poi la Suite n. 8 "Genova" di Lorenzo Perosi, vivace, colorato e lussureggiante ritratto della Superba, e il "Quoniam" dalla Messa Solenne per soli, coro e orchestra di Saverio Mercadante, eseguita per la prima volta nel 1868 nella Chiesa del Gesù e frutto di una commissione di Angelo Mariani, allora direttore del Teatro Carlo Felice. Completano l'affresco musicale dedicato alla città, una selezione dal verdiano Simon Boccanegra, una trascrizione per violino e orchestra del Capriccio n. 24 di Paganini e "Dal tuo stellato soglio" dal Mosé in Egitto di Rossini. Di grande rilievo l'insieme dei cantanti solisti, che comprende grandi nomi della scena lirica internazionale e giovani già in carriera, come Serena Gamberoni, Martina Belli, Francesco Meli, Michele Patti, Luca Salsi, Giovanni Battista Parodi e Roberto Scandiuzzi. "Il Concerto per Genova - spiega il sovrintendente del Teatro Carlo Felice, Claudio Orazi - è un'occasione per riflettere sull'identità culturale della città come motore per il futuro della città stessa. E' un omaggio alla Genova che, nei secoli, è stata un centro e al centro della cultura, raggiungendo alti gradi di sviluppo in ogni campo, artistico, urbanistico ed economico".