Ponte Morandi, gip: barriere non sostituite per risparmiare

fcz
·1 minuto per la lettura

Milano, 11 nov. (askanews) - Le barriere antirumore installate sul primo tronco dell'autostrada di Genova non vennero sostituite da Aspi per "evitare le ingenti spese che l'immediata sostituzione con opere adeguate, e più in generale il rispristino delle condizioni di sicurezza, avrebbero comportato". Lo scrive il gip di Genova, Paola Faggioni, in un passaggio dell'ordinanza di custodia cautelare che ha portato agli arresti domiciliari l'ex amministratore delegato di Aspi, Giovanni Castellucci, l'ex responsabile manutenzione del gruppo, Michele Donferri Mitelli, e l'ex direttore centrale operativo Paolo Berti per attentato alla sicurezza dei trasporti e frode nelle pubbliche forniture. Castellucci e gli altri vertici del gruppo, precisa il giudice genovese, sapevano benissimo che "le barriere antirumore realizzate da Aspi nella rete di competenza del 1 tronco in esecuzione della convenzione erano state progettate e costruite in modo errato e contrario alle norme di buona costruzione". Ed erano consapevoli "che le barriere stesse non erano in grado dui supportare l'azione del vento ed erano perciò a rischio ribaltamento", considerato anche "che in diverse occasioni si erano concretamente ribaltate per strada". Nonostante questo "proseguivano nella gestione delle strade in concessione occultando fraudolentemente allo Stato ed agli organi ispettivi l'inadempimento degli obblighi derivanti dalla convenzione ed in particolare l'errore di progetto, l'inidoneità e la pericolosità delle barriere stesse". Così facendo, i top manager di Aspi "violavano fraudolentemente gli obblighi contrattuali derivanti dalla convenzione sia in riferimento all'obbligo di gestione in sicurezza degli utenti sia in riferimento all'obbligo di risanamento acustico". Ma soprattutto hanno creato un potenziale "pericolo la sicurezza dei pubblici trasporti" che "percorrevano e percorrono quotidinamente le tratte autostradali sulle quali erano posizionate le barriere".