Ponte Morandi, parenti vittime: non nominarli all'inaugurazione

Fos

Genova, 5 giu. (askanews) - "Abbiamo chiesto al sindaco ufficialmente di non nominare nella cerimonia di inaugurazione del nuovo viadotto i nostri cari, il loro ricordo trover spazio il 14 agosto ed in questa circostanza potranno avere il giusto rispetto che meritano. Non possiamo farli diventare un ninnolo alla festa, non lo meritano. Noi vogliamo quindi momenti distinti per la 'festa' e per il ricordo delle vittime". Lo scrive su Facebook la presidente del Comitato dei parenti delle vittime del Ponte Morandi, Egle Possetti.

"Dall'incontro con il sindaco, avvenuto ieri, sono emerse - spiega Possetti - delle grandi differenze sull'interpretazione di questo momento. Noi francamente non possiamo essere giudici di quale sia la verit, con il cuore per noi non possiamo aderire a questa 'festa' anche se potrebbe avere a margine dei festeggiamenti, un ricordo dei nostri cari".

"Per alcune persone - sottolinea la presidente del Comitato dei parenti delle vittime - il nuovo ponte non ha legami con il Ponte Morandi e quindi la festa grande come nascita avrebbe ragione di essere, per noi ovviamente questo nuovo ponte il figlio del vecchio ponte che purtroppo e morto 'ammazzato'".

"Per noi la festa - conclude Possetti - sar quando avremo davanti agli occhi di tutti gli italiani i colpevoli di questo massacro, quando emergeranno equit e rigore per chi gestisce i beni pubblici e sar quindi fatta reale giustizia per questi omicidi delle nostre amate famiglie che non hanno avuto scampo".