Ponte Morandi, Toti: dal governo straordinaria collaborazione

Fos

Genova, 1 ott. (askanews) - "Ricordo la prima volta che ho visto il disegno di questo ponte nel mio ufficio, così come mi ricordo come è cominciato questo percorso. Chi ha vissuto questo lunghissimo anno conosce tutte le cose che sono state messe in fila per arrivare a oggi. Ringrazio il presidente del Consiglio, il 14 agosto era qui, come c'erano tanti altri ministri dell'allora governo: pur nella differenza di vedute è stato fatto un lavoro straordinario di collaborazione". Lo ha detto il governatore della Liguria, Giovanni Toti, nel corso della cerimonia di varo del primo pezzo del nuovo ponte di Genova.

"Siamo qua -ha aggiunto il governatore ligure- per il rispetto per le 43 vittime. Siamo qua e ci saremo ancora molte volte, fino a che non sarà finito, per rispettare le promesse fatte ai cittadini, promesse che sono state mantenute. E' la dimostrazione che la buona politica può mantenere le promesse: vuol dire che questo Stato è un grande Stato quando è capace di ricostruire un ponte nei tempi previsti".

"Questa città -ha sottolineato Toti- non si è pianta addosso, si è rimboccata le maniche e ha ricostruito il suo futuro. Ogni singola persona che ha lavorato, ogni singolo cittadino che ha portato sulle spalle un pezzettino di questo disagio senza farsi piegare, sono la dimostrazione -ha concluso- che l'Italia è un grande paese, che Genova è una grande città e che la Liguria ha grande tenacia".