Poroshenko: "Bisogna de-putinizzare la Russia"

Putin? Ha influenzato per anni la politica e i media in Europa, ora però tutti si rendono conto di chi sia. Questo il messaggio che l'ex presidene ucraino Petro Poroshenko ha inviato dal congresso del partito popolare europeo a Rotterdam. Ai microfoni di euronews ha attaccato il presidente russo invocando un cambio al vertice del Cremlino.

"Dobbiamo de-putinizzare la Russia perché la Russia con Putin presidente, nonostante si possa fermare la guerra, può in ogni momento mettere in pericolo il continente europeo. Parlo di strumenti democratici, le sanzioni, embarghi e se i russi odiassero l'idea di pagare questi prezzi, di avere questo maniaco come presidente, questo creerebbe una fortissima possibilità" di avere relazioni normali.

Dobbiamo de-putinizzare la Russia perché la Russia con Putin presidente, nonostante si possa fermare la guerra, può in ogni momento mettere in pericolo il continente europeo

L'ex leader, presidente dal 2014 al 2019, poi battuto dall'attuale capo di stato ucraino Volodymyr Zelensky, suo grande rivale, è stato autorizzato a prendere parte all'evento a Rotterdam, ad espatriare, nonostante il divieto conseguente i suoi problemi giudiziari; Poroshenko da tempo è accusato di alto tradimento e corruzione per presunti affari coi separatisti del Donbass.

Già due volte nei giorni scorsi aveva cercato di varcare la frontiera con la Polonia e due volte è stato bloccato; in ballo non ci sono solo i problemi legali in patria ma anche le sue posizioni radicali anti Putin che lo rendono un obiettivo appetibile per le truppe di Mosca.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli