Portogallo impone 14 giorni quarantena per turisti britannici non vaccinati

·1 minuto per la lettura
Turisti arrivno in spiaggia in Portogallo durante la pandemia

LISBONA (Reuters) - I passeggeri in arrivo in Portogallo dalla Gran Bretagna saranno posti in quarantena per 14 giorni a partire da oggi se non saranno completamente vaccinati contro il coronavirus.

Lo ha annunciato il governo portoghese in un comunicato pubblicato ieri sera.

La nuova norma, che rimarrà in vigore almeno fino all'11 luglio, giunge dopo un picco di contagi in Portogallo, dove il numero giornaliero di nuove infezioni contro il Covid-19 è nuovamente ai livelli di febbraio, quando il paese da poco più di 10 milioni di abitanti era sotto stretto lockdown.

Anche in Gran Bretagna i casi positivi giornalieri sono aumentati nel corso dell'ultimo mese.

I britannici in arrivo in Portogallo in aereo, via terra o via mare dovranno dimostrare di essere completamente vaccinati o auto-isolarsi per 14 giorni a "casa o in un luogo indicato dalle autorità sanitarie", si legge nel comunicato del governo.

La Gran Bretagna, una delle principali fonti di turisti stranieri per il Portogallo, ha rimosso a inizio giugno la nazione lusitana dalla 'travel list' senza obbligo di quarantena. La Germania ha definito la scorsa settimana il Portogallo una "zona di variante del virus", una misura che imporrà severe restrizioni sugli spostamenti in arrivo e in uscita dal paese.

Il Portogallo, che ha vissuto il momento più grave nella lotta contro il coronavirus all'inizio di quest'anno, è sulla lista 'ambra' della Gran Bretagna, il che significa che i turisti devono auto-isolarsi per 10 giorni quando tornano a casa e sottoporsi a costosi test per il Covid-19.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli