Positano premia Giulierini, direttore Archeologico di Napoli

Cgi

Positano (Salerno), 6 set. (askanews) - A Positano in questi giorni premiati non soltanto le étoile della danza ma anche le stelle della cultura. Per il 2019 il premio speciale Luca Vespoli del Comune di Positano va infatti a Paolo Giulierini "per la gestione 'performativa' del Museo Archeologico Nazionale di Napoli divenuto con la sua direzione un autentico hub culturale".

Tra i simboli della nuova sezione Magna Grecia, riaperta dopo 20 anni, le lastre delle Danzatrici di Ruvo. A dicembre la grande mostra Thalassa sull'archeologia marina nel Mediterraneo racconterà anche le meraviglie delle ville costiere. Inoltre la valorizzazione della Villa Romana di Positano vede nel MANN un "formidabile partner".

"Salutiamo una edizione straordinaria del Premio Massine che accoglie e rende omaggio a due divi della danza mondiale come Nacho Duato e Svetlana Zakharova, e non solo, presentando un programma di altissimo livello qualitativo", afferma il sindaco di Positano Michele De Lucia. "Ancora una volta, nella splendida estate 2019, Positano si è confermata tra le mete più prestigiose del turismo internazionale. Già dallo scorso anno la nostra offerta si è arricchita con l'apertura al pubblico di un sito archeologico che il mondo ci invidia: la splendida Villa Romana, che insieme alla Spiaggia Grande è divenuta una delle sedi del Premio in un dialogo costante tra danza e archeologia, due elementi che raccontano la nostra storia e la nostra identità".

(segue)