Positivo agli esami tossicologici il 22enne che ha investito Matteo Taglienti

Morte Matteo Taglienti
Morte Matteo Taglienti

La morte del 24enne Matteo Taglienti sopraggiunta quando stava rientrando in caserma sul suo monopattino si aggiunge di ulteriori sviluppi. Il conducente del veicolo che lo ha investito con la sua auto, stando a quanto riporta “Il Messaggero”, è risultato positivo agli esami tossicologici ai quali si è sottoposto a seguito del ricovero all’Ospedale Sant’Andrea. Il 22enne prima di mettersi alla guida avrebbe fatto uso sia di sostanze alcoliche che stupefacenti.

Morte Matteo Taglienti: la vicenda

Sono diversi i punti legati alla tragedia sui quali è necessario fare luce a cominciare dalla posizione del mezzo guidato dal soldato: è da chiarire infatti se il militare fosse in quel momento fermo al semaforo o se si trovasse sul marciapiede. Non solo. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti c’è anche quella che il 22enne possa aver perso il controllo del mezzo. Ad ogni modo molti di questi nodi potrebbero sciogliersi con l’autopsia che è stata disposta dal pm di turno e affidata al medico legale dell’Università Cattolica, oltre che sarà necessario attendere gli sviluppi dell’indagine avviata dalla Procura di Roma.

“La famiglia è affranta”

I funerali avranno luogo una volta ultimata l’autopsia. L’esequie – si apprende – dovrebbero avere luogo a Monte San Giovanni Campano paese d’origine di Matteo. Nel frattempo il legale Pietro Pace ha espresso grande dolore per la morte del 24enne: “È una tragedia, la famiglia è affranta […] era un ragazzo rispettato e amato sia nel suo paese che nell’Esercito. Morire così fa tanta rabbia. […] Gli accertamenti sono ancora in corso”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli