Positivo il corrispondente da Roma della Cbs, l'annuncio in diretta tv

Con un collegamento in diretta da casa con gli studi televisivi americani, il corrispondente della Cbs a Roma, Seth Doane, ha raccontato, con un po' d'emozione, la sua esperienza da paziente contagiato dal coronavirus. “E' cominciato tutto con un po' di tosse - ha spiegato al programma “This Morning” - ho sentito pressione sul petto, come se avessi fatto duri esercizi in palestra, poi un po' di dolore in zone a cui non sono abituato, come la schiena, e una leggera febbre. Per il momento sto bene, ma sappiamo che questo è un virus mortale”.

I thought it was important to be open about testing positive for #COVIDー19 - This is a serious virus with possibly deadly consequences.. and even if you only have mild symptoms (like me) it's essential we take quarantine seriously and stop the spread of the virus. https://t.co/lnRjvG2hus

— Seth Doane (@sethdoane) March 16, 2020

Il giornalista 41enne, originario del Massachussetts, ha spiegato che aveva i sintomi dell'influenza, ma appena è stato informato di essere entrato in contatto con persone risultate positive, è stato controllato e messo subito in quarantena a casa. Gli è stato vietato anche di portare la spazzatura fuori. Durante il collegamento, Doane ha mostrato le immagini del momento in cui è stato sottoposto al tampone da una persona che indossava una tuta protettiva.

“Sono molto attenti - ha raccontato - qui c'è un sistema incredibile. Se avverti sintomi, chiami un numero e ti mandano qualcuno. Fanno controlli anche due volte al giorno. Qui in Italia stanno adottando misure molto serie. Ho chiamato tutti quelli con cui sono in contatto, per informarli della mia situazione. Dobbiamo isolarci per il bene di tutti, è molto importante”. La Cbs ha comunicato che, al momento, sono sei i dipendenti risultati positivi, tra cui Doane.